Il termine artrosi deriva dal greco àrtron che significa articolazione, con il suffisso -osi che sta per "processo degenerativo".

L'artrosi, nota anche come osteoartrosi o da alcuni chiamata impropriamente artrite, è quindi una malattia cronica degenerativa e ad evoluzione progressiva delle articolazioni, in buona sostanza è un'usura articolare che si perpetua nel tempo. L'artrosi è una malattia molto frequente. In Italia le malattie reumatiche colpiscono 5 milioni e mezzo di abitanti, cioè un decimo della popolazione. L'artrosi è di gran lunga l'affezione più frequente fra I pazienti reumatici. In Italia, infatti, rappresenta da sola il 72.6% delle malattie reumatiche. L'artrosi colpisce più frequentemente le donne che gli uomini. Tale frequenza è più evidente dopo i 55 anni quando si riscontra il maggior numero di casi di artrosi mentre prima, e soprattutto fino ai 45 anni, l'artrosi colpisce più frequentemente gli uomini.

Tra i 45 ed i 55 anni la frequenza è pressoché uguale nei due sessi. La precocità di insorgenza negli uomini può essere ricondotta all'attività lavorativa; nelle donne il più frequente riscontro dopo i 55 anni può invece dipendere da alterazioni del metabolismo osseo riconducibile a modificazioni ormonali post-menopausali.

 

COME CI PRENDIAMO CURA DI VOI

ugh - terapie - blank.png