Il dito a scatto, anche detto tenosinovite stenosante, è una condizione che colpisce uno o più dei tendini della mano, rendendo difficile o impossibile piegare il dito colpito (colpisce soprattutto pollice, anulare o mignolo). Se il tendine che permette il movimento non è più in grado di scorrere liberamente all’interno della guaina in cui è contenuto a causa di un’infiammazione, la capacità di piegare liberamente il dito può venire compromessa; il disturbo può colpire uno o più dita alla volta, una sola mano o entrambe, anche se è più comune nella mano destra (perchè è la più usata dalla maggior parte delle persone).

I sintomi del dito a scatto possono includere dolore alla base del dito colpito quando si prova a muoverlo, nonchè una spiccatarigidità e un caratteristico rumore (come un clic) durante lo spostamento, soprattutto al risveglio al mattino. Se la condizione peggiora il dito potrebbe rimanere bloccato in una posizione piegata e poi improvvisamente tornare dritto a seguito dello sforzo condotto per muoverlo, come un grilletto, per rimanere infine del tutto bloccato se il disturbo venisse ulteriormente trascurato.

Chi per lavoro o per hobby deve eseguire movimenti di presa ripetuti è maggiormente soggetto al dito a scatto che, tra l’altro, è più diffuso tra le donne. I disturbi sono in genere più intensi dopo il riposo, per esempio al risveglio al mattino, e tendono a diminuire utilizzando la mano.

Di solito, per avere maggiori dettagli diagnostici, in vista di un eventuale trattamento chirurgico, si esegue un’ecografia». 

 

COME CI PRENDIAMO CURA DI VOI